GUADAGNARE CON SKYPE

Posted on 24 maggio 2007

1


Con la nuova versione 3.1 per Windows, Skype ormai per tutti sinonimo di VoIP  introduce il nuovo servizio di ricerca e consulenza a pagamento on-line.

Il servizio si chiama Skype Prime, e si basa sull’idea per cui un utente può mettere le sue conoscenze al servizio di un altro, a pagamento.   

Il funzionamento è semplice.                

Il ricevente stabilisce a priori il valore della chiamata (forfetario o per minuto di conversazione), la quale inizierà sempre gratuitamente per poi passare successivamente ad azione remunerativa.

Le chiamate possono essere esclusivamente vocali oppure anche video.

Nel caso in cui venga avviata una conversazione con Skype Prime, il costo impostato dal chiamato sarà prelevato direttamente dal conto Skype del chiamante e versato su un apposito account facente capo a colui che presta il servizio a pagamento. Il pagamento verrà quindi effettuato da Skype utilizzando il servizio PayPal, società del gruppo eBay che possiede lo stesso Skype .

Chi offre le proprie consulenze on-line potrà avere non solo la possibilità di reclamizzare la propria linea tramite un apposito link da inviare via e-mail oppure con un pulsante da collocare su una pagina web, ma anche l’opportunità, mediante un apposita funzione di Skype Prime, di controllare l’ammontare di denaro guadagnato.

Skype Prime offre a milioni di persone e piccole attività commerciali l’occasione  per far fruttare le proprie conoscenze in modo utile e remunerativo, raggiungendo potenziali clienti in tutto il mondo. Alcune applicazioni potrebbero essere call center di assistenza a pagamento o esperti disponibili a rispondere su specifici argomenti.

A mio avviso non credo che l’attivazione di questo nuovo servizio a pagamento possa in qualche modo danneggiare la gratuità così tanto pubblicizzata dal sistema VoIP Skype, poiché in realtà, gli unici servizi gratuiti offerti dall’azienda riguardano le diverse modalità di contatto tra gli utenti Skype (video,chiamate,chat e teleconferenze). Sono da sempre invece a pagamento, seppur ad un costo inferiore rispetto ai mezzi tradizionali, tutti gli altri servizi inerenti la comunicazione tra un utente Skype e il mondo esterno al web (numeri fissi e cellulari).

Semmai l’unico fattore che potrebbe limitare la diffusione e la crescita futura di questo servizio è quello legato al costo da sostenere per colui che offre consulenza, pari ad un terzo del guadagno:

 

  • PayPal trattiene il 3% di commissione su quanto pagato dall’utente;
  • Skype  preleva il 30% della cifra pagata dal chiamante.

(es su 100€ il guadagno effettivo è pari a 100-33% = 67€).

Questo potrebbe costringere chi vorrà fornire servizi con Skype Prime a praticare prezzi elevati.

 Inoltre, dal mio punto di vista, questo Skype Prime potrebbe offrire in particolar modo, accanto ai  veri professionisti, un ulteriore possibilità di sviluppo per linee a luci rosse, cartomanzia, lotto ecc… che già ci bombardano quotidianamente attraverso la maggior parte dei mezzi di comunicazione.

Laura Nardulli

Messo il tag:
Posted in: corso di crm