Confidentiality sui blog

Posted on 18 aprile 2006

0


L’argomento di confidentiality sui blog negli Stati Uniti è molto acceso perché ci sono già stati parecchi casi d’impiegati licenziati a causa di qualcosa che avevano scritto sul blog, anche se i blog erano personali. È importante di rendersi conto del fatto che un blog è pubblicato su internet e perciò l’identità di chi scrive può essere rivelata se non si sta attenti.
Soprattutto questo è molto rilevante nel mondo dei corporate business dove l’atto di scrivere qualcosa che può essere rintraciata, e può trasformarsi nell’essere “dooced” ovvero licenziato per via di un blog. Per scrivere lamentele serve essere più furbo con l’uso del blog Ci sono anche siti dedicati a come scrivere un blog corporate. Gli statunitensi, e probabilmente tutti altri non sono protetti dalla legge per ciò che scrivono sui blog. Io mi chiedo se questo è giusto o no? Se si scrive su di un blog, senza diffamare o infrangere la privacy della propria azienda, perché devono monitorarmi ogni parola? Perché non mi dovrei sentire libero parlare o lamentarmi? È una domanda molto difficile a cui dobbiamo trovare velocemente una risposta. Nel frattempo si può stare attenti seguendo alcuni consigli da chi ha più esperienza di noi.

Jillian Regan

Messo il tag:
Posted in: corso di crm