Il viral blog Tradotto da: Who’s there di Seth Godin

Posted on 7 aprile 2006

0


Esistono tre tipi di blog:
–    il cat blog è un blog personale in cui il blogger parla degli affari suoi e non gli interessa se altri leggono ciò che ha scritto, è come un diario pubblico.
–    Il boss blog serve per comunicare azioni e intenzioni a una determinata cerchia di persone.
–    Il viral blog è quello per cui è stato scritto questo ibook.

È un blog per individui e per organizzazioni che cercano di condividere le loro idee e programmi. Questo tipo di blog sta cambiando la faccia del marketing, del giornalismo e della comunicazione delle idee.
To spread ideas
Il blogger investe tempo ed energie per portare fuori le sue idee. Perché?
Per lavori di consulenza, per cambiare il risultato di un’elezione, per trovare nuovi clienti o per fidelizzare quelli esistenti.
I conti sono impressionanti: una persona, 20$ al mese e una audience di centinaia di migliaia di persone, o anche di più, un blog con un’idea vincente può influenzare milioni di persone che non hanno mai letto il post originale. Per esempio, Chris Anderson, ha postato la sua “Long tail” in un blog, ora ci sono 1.040.000 voci di google per l’espressione che ha inventato. Il viral blog serve a dare maggiore impatto alle idee. Il primo principio è di essere sintetici, usare immagini, toni, design e interfacce per spiegare. Insegnare per gradi. Essere specifici, chiari. Essere rigorosi intellettualmente.
Gentilmente offerto da:

Enrico Lanzoni 

Messo il tag:
Posted in: Senza categoria